Articoli

salamina salama da sugo gara tresigallo

Gara salamina Tresigallo, la migliore è dell’agriturismo “Alla Strozza” di Gualdo

Grande riconoscimento, domenica 10 dicembre 2017, per l’agriturismo “Alla Strozza” di Gualdo che ha vinto la gara della salamina da sugo della 13esima edizione di “A zzuén al maiàl… in piaza!” a Tresigallo.

Evento che si è tenuto dal 7 al 10 dicembre 2017 in piazza Repubblica, la gara delle salame da sugo di domenica sera è stata l’attrazione principale, e visti i nomi presenti nella giuria d’eccezione, il premio vale doppio per la famiglia Serafini e per lo staff dell’agriturismo.

Il patron della Spal, Francesco Colombarini; Alessandro Sovrani di Telestense; la preside dell’istituto alberghiero “Vergani”, Roberta Monti; il presidente della provincia di Ferrara, Tiziano Tagliani, e il sindaco di Voghiera, Chiara Cavicchi, erano solo alcuni dei membri della giuria. A ritirare il premio sono stati coloro, tra gli altri, che hanno messo ‘le mani in pasta’ durante la lavorazione: Valerio Serafini e lo chef de “La Strozza”, Matteo Benfenati.

salamina salama da sugo gara tresigallo

Il momento della premiazione: Valerio Serafini, con il premio, e lo chef Matteo Benfenati, penultimo partendo da dx (Clicca per ingrandire)

La salama da sugo dell’agriturismo “Alla Strozza”, prodotta nel solco della tradizione antica della famiglia Serafini, è stata selezionata come la migliore grazie al suo sapore inconfondibile oltre che per le altre caratteristiche che la rendono unica.

Una protagonista perfetta a Tresigallo dove si è tenuta una sagra dedicata alla lavorazione della carne del maiale in un’atmosfera che profuma di passato. La festa ha riproposto l’antico rito che si svolgeva nelle case dei contadini con l’avvicinarsi delle Feste di Natale: e che da decenni si ripete anche all’agriturismo “Alla Strozza”. La lavorazione della carne è un momento importante di condivisione per la famiglia, dai bambini fino agli esperti nonni che mettono a disposizione la loro pluriennale l’esperienza: nella storia ferrarese, i prodotti ottenuti venivano consumati al momento o conservati mediante essiccazione o salatura a garanzia di scorte per tutti e per diversi mesi.

Tresigallo anche quest’anno ha così offerto un tuffo nel passato, nei sapori antichi, attraverso i gesti legati a questa tradizione che molti ricordano ancora nella propria memoria. E direttamente da Gualdo, l’agriturismo “Alla Strozza” ne è stato assoluto protagonista.

E’ tempo di salami: ecco come si fanno

Prendi la carne fresca selezionata, macinala e condiscila sapientemente con aromi naturali (non dimenticare di aggiungere il vino) ed ecco, il salame è pronto per la stagionatura.

Il momento delle spezie

Il momento delle spezie e della salatura

Detto così sembra facile ma “fare i salami” è una tradizione che, “Alla Strozza” di Gualdo di Valerio Serafini, va avanti di generazione in generazione.

COME SI “FANNO” I SALAMI. Mercoledì 9 novembre 2016 è iniziata la nuova produzione di salami all’aglio tipici di Voghiera: cotechini, salsicce e carni fresche di suino per grigliate profumate. I suini sono cresciuti nell’allevamento aziendale, all’interno della fattoria didattica: poi, in questo periodo dell’anno, prende il via la produzione di carni, macinate e sapientemente condite con aromi naturali.

Sale, pepe, noce moscata, vino e aglio di Voghiera per ottenere un insaccato unico, che si trova nel punto vendita di via Martiri della Libertà 74 a Gualdo, tutti i giorni compresa la domenica.

DOVE DEGUSTARE I PRODOTTI TIPICI? La domenica (come qualsiasi altro giorno o serata della settimana, è consigliabile prenotare) è l’occasione giusta per assaggiare i prodotti nell’agriturismo “Alla Strozza” di Gualdo, da degustare insieme ai primi caserecci che non mancano mai: cappelletti ferraresi in brodo, tortelloni di ricotta di pecora e cappellacci di zucca violina. Tutto, insomma, per “immergersi” tra le prelibatezze uniche del ferrarese.